Aria di festa e di crescita

Incontrare nel gruppo della Cittadella questo ragazzo grande e grosso, che evita di guardare le persone negli occhi e si sposta un po’ qua e un po’ là come se non trovasse un posto nel mondo dove stare comodo, mi ha suscitato subito una grande tenerezza. Nel momento della merenda si capisce che ne vorrebbe un altro pezzo, magari due, ma si guarda intorno un po’ furtivo, come si vergognasse di chiederne ancora. Da quando ci frequenta, i suoi insegnanti hanno notato diversi progressi nella vita quotidiana e, cosa fondamentale, il fatto di non sentirsi giudicato in un gruppo come il nostro, lo ha reso più tranquillo e fatto sentire maggiormente a proprio agio, nelle ore scolastiche, con i suoi compagni. E’ stato un piacere, sabato dopo sabato, vederlo rilassarsi, non isolarsi più come all’inizio del nostro percorso; ha cominciato con sempre maggior determinazione a comunicare con gli altri interessandosi ad altre cose oltre la play station, sua occupazione prevalente. Oggi è il primo ad inserire canzoni o vignette spiritose nella chat creata proprio dai ragazzi del gruppo. Hanno voluto intitolarla “Amicizia” e già questo dice tanto del sentimento che si è creato tra noi tutti in Cittadella.

Un episodio tra i tanti che ricordo di questo piccolo grande amico riguarda una uscita in visita alla Fiera di Tarquinia con tutto il gruppo di “Noi speriamo che …. “. Aria di festa già alla partenza, tutti insieme in un pullmino tra risate e schiamazzi. Appena scesi, una marea di gente ci aspetta e come sempre il mio “gigante” è pronto a chiedere scusa ad ogni scontro con le persone, così come gli accade nella vita, si scusa anche quando non dipende da lui; abbiamo parlato di questa modalità e già dopo poco aveva cambiato atteggiamento diventando più attento ma anche più determinato e presente, meno servile. Non sto a raccontare le cose che abbiamo vissuto quel giorno perché sono state davvero tante! La sera è arrivato un grande regalo che ho condiviso subito con i volontari e gli operatori: quando al telefono, prima di riattaccare, il nostro ragazzone mi ha detto “Oggi ho passato una giornata bellissima tutti insieme alle “Fiera”, stanotte voglio sognare tutto quello che abbiamo fatto insieme, momento per momento”. La vita è fatta anche di sogni e regalarcene uno in più aiuta tutti a stare meglio, me per prima!

Bianca, volontaria di Semi di Pace

“Oggi ho passato una giornata bellissima tutti insieme alle “Fiera”, stanotte voglio sognare tutto quello che abbiamo fatto insieme, momento per momento”.

La vita è fatta anche di sogni e regalarcene uno in più aiuta tutti a stare meglio, me per prima!

CONTATTI

Tel. 0721 375 822

Fax. 0721 375 822

Info@celacaviamodasoli.it

Collaborazione tecnica

Segui la pagina Facebook

Noi ce la caviamo da soli…